Valle di San Daniele ovvero canyoning in Valle del Chiampo ( seconda parte)

Venerdi 29 Aprile 2016, io con  Romano Grandi e il mio collega Dario    Pieropan siamo tornati a completare la discesa della Valle di San Daniele.

A4Lasciata un ‘auto presso la  chiesetta di San Daniele siamo saliti a contrà Biasini e di li a piedi ci siamo addentrati nella valle nel punto in cui l’anno scorso avevamo sforrato.

IMG_5757Indossate le mute ( stavolta tutti e tre) abbiamo iniziato la discesa superando diversi saltini di 3-4 metri , in un ambiente suggestivo attorniati da una folta vegetazione .

AAd un certo punto la valle ha cominciato a stringersi sempre più fino a diventare una vera forra con salti sempre di modesta altezza, ma con pozze in cui si doveva nuotare e con le pareti strapiombanti ai lati.

IMG_5771

IMG_5784

IMG_5780

Dopo circa due ore eravamo fuori.

Tirando le somme di questa piccola forra diciamo che il dislivello è all’incirca 250 metri per circa 1500 metri di sviluppo.

ciao

Matteo

Un pensiero su “Valle di San Daniele ovvero canyoning in Valle del Chiampo ( seconda parte)”

  1. Incredibile che ci siano ancora angoli del nostro territorio così sconosciuti e piacevoli da esplorare.
    potete darmi un po di info sulla calata più alta, avvicinamento, eventuale navetta, tipo di armi, ecc… mi piacerebbe ripeterla con in soci del ns gruppo. Magari ci sentiamo e andiamo assieme.
    Grazie
    mirko palentini
    mirko@mpoffice.it
    347.4233106
    GGT Cai Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *