GSM BABY DAY

Domenica 22 Maggio una quindicina di bambini hanno accompagnato i loro genitori a visitare la grotta di Bocca Lorenza a Santorso.
Noi genitori del GSM abbiamo messo la nostra esperienza e pazienza mentre loro , i bambini del GSM , hanno messo la loro fantasia e voglia di fare nuove esperienze .
Eravamo veramente in tanti alle 9.30 in centro a Santorso e dopo aver caricato gli zaini in spalla ci siamo avviati lungo il sentiero alla volta della grotta.
Una oretta di camminata, con i bimbi grandi che correvano e quelli piccoli che lasciavano passare le formiche lungo il sentiero.
Arrivati davanti alla grotta abbiamo trovato il prato tagliato e le tavole sparecchiate ed è stato facile stendere le coperte per terra e rifocillarci lo stomaco.
In un attimo tutti eravamo pronti e vestiti da grotta, chi in maniera ufficiale da vero speleologo e chi invece con scarpe da ginnastica e maglioncino

La lettura della favola di Lorenza non ha spaventato per nulla i nostri pargoli, quasi sapessero già inconsciamente dove andavano a finire e così tutti quanti, grandi e piccoli, piccoli e piccolissimi siamo penetrati nel cuore della montagna alla ricerca dei tesori visti da Lorenza.
Con grande sorpresa dei genitori, i bambini scendevano nella cavità senza nessun timore e così noi grandi ci siamo fatti accompagnare e guidare giù per le corde e tra i sassi.

Scoccata l’ora delle pappe siamo usciti e ci siamo riempiti gli
stomaci di ogni prelibatezza e per qualche minuto i più piccoli sono
rimasti fermi immobili;  solo le loro mandibole erano in movimento.
Poi abbiamo attrezzato delle vie di arrampicata e così tutti si sono
divertiti a cercare di raggiungere il chiodo più in alto in puro stile free
climbing for speleology.
Il sole intanto ci cuoceva e solo all’ingresso della grotta si trovava
refrigerio.
Erano le 17.30 quando i bimbi hanno cominciato a richiedere il gelato
e così abbiamo levato le ancore in cerca di un bar aperto.

 

 

Ma come quando si esce dalla grotta non si trova mai un posto dove mangiare , così ieri non trovavamo un posto dove leccare un gelato.
Gira e rigira ce l’abbiamo fatta e seduti al tavolino di un bar abbiamo concluso la splendida giornata dedicata ai bambini del GSM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *