Atacama 2010 – 6° agg.to

Hola a tutti
Dopo una mezza giornata di riposo……….. la mezza che avanza l’abbiamo persa al museo……………..Ieri siamo andati, al contrario del previsto, alla ricercha di un paio di posti ancora più a sud dell’ultimo punto esplorato……….abbiamo deciso questo grazie alle favorevoli condizioni del fondo di sale del deserto….normalmente in questo periodo poco transitabile, rilevatosi invece abbastanza percorribile…………..
Bene, fatto quattro punti gps, ci avviamo molto presto a vedere cosa ci riserva ancora la fortuna……………..cominciamo con il più a sud e ci accorgiamo che non è proprio vero che sia proprio ben percorribile la pista individuata…………..dopo circa un milione di scossoni e salti, arriviamo vicini al punto  e lasciata l’auto ci avviamo a piedi verso la quebrada………………troviamo una cueva bellissima di piu di 400 metri di sviluppo con un arrivo alto dato da uno scuivolo a cielo aperto di circa 16 metri che porta in un salone molto bello………

Il fondo di tutta la grotta è bianchissimo con sedimentazioni di sale molto consistenti; sopra si aprono, come del resto anche nelle altre fino ad ora scoperte, grandi vani e gallerie primordiali……………….alla fine la chiameremo Cueva del Rio Blanco………….

Dopo il rilievo aspettiamo  le 3 del pomeriggio per spostarci all’altra quebrada intravista e meta delle nostre ricerche. Anche qui la fortuna ci arride troviamo subito refrigerio all’interno della cueva……… soffia un vento fortissimo che quasi ci fa venire freddo……………. la percorriamo tutta e ci accorgiamo subito del perchè di tutta quell’aria: la galleria principale in diversi punti, molto in alto di sicuro nei rami superiori a quello attuale, si apre in curiosi oblò che danno al soffitto della fievole  luce e rendono la cueva magica…….
Anche essa è concrezionata nel pavimento ma meno della prima…………………..
abbiamo  pensato di chiamarla Cueva de las Ventana (finestre) …….
rilevata ci ha dato poco meno di  400 metri………….rilievi speditivi e con una….. bussola da pazzi
vero paolo……….oggi abbiamo dato il giusto riposo ai nostri corpi portandoli ai 3580 metri delle Terme di Puritama dove ci siamo deliziati delle acque termali che escono da una colata lavica alla modesta temperatura di 32,5 gradi……………
Domani ultime ricerche: abbiamo in mente di vedere gli ultimi due punti in sospeso e magaria anche se
ce la facciamo trovare l’ingresso alto della Cueva dell’Arco de la Paciencia per poter così arrivare dall’alto sopra il pozzo di 35 e fare il congiungimento ampliando ancora di più la grotta piu lunga del Cile.
qui tutti salutano tuttiun fuerte abrazo
galliano,elio ,roberto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *